La nuova carta di identità elettronica approda a Napoli, in un debutto nazionale dovuto alla sperimentazione che vede il capoluogo partenopeo tra le città che la adotteranno per prime. Per ora la carta elettronica potrà essere richiesta nelle sedi delle municipalità di Chiaia-S.Ferdinando e San Giovanni a Teduccio. Il documento, CIE3, sarà consegnato direttamente a domicilio entro 6 giorni lavorativi. Da novembre sarà possibile richiedere la carta d'identità elettronica in tutte le Municipalità. Progressivamente il documento sostituirà definitivamente la versione cartacea o precedenti versioni elettroniche e sarà consegnate al domicilio del cittadino direttamente da Poste Italiane. Il costo complessivo, fissato con un Decreto dei Ministeri competenti, è di 22,21 euro. "La nostra città, ancora una volta, fa da ‘battistrada' tra i grandi comuni Italiani", dice l'assessore comunale Enrico Panini.

A cosa serve la nuova carta d'identità elettronica .

La card è in policarbonato, ha le dimensioni di una carta di credito, riporta la foto ed i dati del cittadino ed è integrata con un microprocessore a radio frequenza per la memorizzazione delle informazioni necessarie per la verifica della identità del titolare, inclusi gli obbligatori elementi biometrici primari (foto) e secondari (impronta digitale). Conterrà anche informazioni relative al consenso alla donazione degli organi. La card è già predisposta per l'autenticazione in rete da parte del cittadino, consentirà la fruizione dei servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni e l'acquisizione della identità digitale per la fruizione di altri servizi in Italia e in Europa.