Sono finiti in manette Vincenzo Alfano, 38 anni, e Natascia Picardi. La coppia di Miano era diventata l'incubo degli automobilisti intrappolati nel traffico mattutino a Napoli, Chiaiano e Piscinola. I due, a bordo di uno scooter, si avvicinavano agli automobilisti in fila, dietro la minaccia di una pistola, li rapinavano facendosi consegnare cellulari, orologi, portafogli, fedi e gioielli.

Le indagini sono partite dopo una serie di denunce di rapine avvenute tra il novembre e il dicembre 2016, sempre con la stessa modalità: "L’uomo, che guidava lo scooter con targa alterata da lettere e cifre adesive, affiancava gli automobilisti e sotto la minaccia di una pistola si faceva consegnare fedi nuziali, monili in oro, orologi e denaro in contante; la donna, seduta dietro, copriva i suoi movimenti allargando le braccia e spostandosi con il busto per nascondere la scena agli occhi degli altri automobilisti. Poi si dileguavano velocemente approfittando del traffico".

I due, già noti alle forze dell'ordine, sono stati fermati grazie all'analisi delle telecamere di videosorveglianza e incrociando le testimoniane delle vittime delle rapine. Dopo le perquisizioni delle rispettive abitazioni, i due fidanzati sono stati tradotti in carcere in attesa di giudizio.