Un episodio traumatico, che ha distrutto un'intera famiglia, quello avvenuto a Falciano del Massico, in provincia di Caserta. Un agente della Polizia Penitenziaria, per cause ancora in corso di accertamento, è entrato nella cucina della sua abitazione, dove il padre e il fratello stavano preparando il caffè, impugnando la pistola d'ordinanza. L'uomo ha poi puntato l'arma contro la sua testa, facendo partite un colpo che l'ha ucciso sul colpo.

Il proiettile esploso, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe colpito di rimbalzo anche il fratello del poliziotto. L'uomo è stato ricoverato in ospedale con una ferita d'arma da fuoco alla gamba, ma non è in pericolo di vita. Sul luogo della tragedia si sono recati in carabinieri della locale stazione e il magistrato di turno della Procura di Santa Maria Capua Vetere.