Andava in giro a bordo di una Fiat 500 Abarth rubata e con in mano documenti contraffatti. Per questo motivo un medico chirurgo in servizio all’ospedale di Boscotrecase è stato denunciato a piede libero per ricettazione e falso. L’auto su cui viaggiava è stata sequestrata. L’episodio è avvenuto a Portici, nel napoletano.

L’uomo è stato fermato ieri pomeriggio dalla polizia locale per un normale controllo: l’auto su cui si trovava aveva targa ucraina. Proprio questo dettaglio ha fatto insospettire gli agenti della municipale che hanno deciso così di fermare il veicolo per una verifica anche sui documenti. Proprio da un controllo sui documenti di circolazione, infatti, è emerso che si trattava di falsi e che anche la targa risultava essere contraffatta. La scoperta è stata possibile anche grazie all’ausilio di una speciale lampada in grado di rilevare l’autenticità dei documenti.

Dal controllo effettuato sul telaio della 500 Abarth è risultato che si trattava di un’auto rubata nel gennaio dello scorso anno.