Maxi-sequestro di sigarette di contrabbando quello effettuato dai Carabinieri della Stazione di Napoli Borgoloreto e dai Finanzieri del GICO di Trieste: le forze dell'ordine hanno individuato e bloccato un enorme quantitativo di TLE (Tabacchi Lavorati Esteri) pari a circa 3,2 tonnellate. Ingegnoso il sistema che avevano utilizzato i contrabbandieri, che avevano nascosto le sigarette nei pannelli coibentati per edilizia. L'autoarticolato che trasportava le pedane, con targa rumena, si trovava in un capannone industriale nei pressi dello svincolo di Angri sulla Statale del Vesuvio.

All'arrivo delle forze dell'ordine, sono stati presi in flagranza di reato cinque uomini, che stavano smontando i pannelli ed estraendo le stecche di sigarette di contrabbando. A finire in manette Ciro De Amicis, 46 di Torre Annunziata, e quattro persone di nazionalità rumena: Iurie Cucos, 44 anni; Florian Marinescu, 44 anni; Victor Catalin Aluas, 40 anni; Dumitru Bruov, 35 anni. Gli arrestati sono stati tradotti nella casa circondariale di Salerno, mentre la merce, l'autoarticolato e l'intero capannone industriale sono stati posti sotto sequestro.