È passato un mese esatto dalla morte della piccola Chicca, la cagnolina uccisa barbaramente a calci dal suo padrone a Pastena, quartiere della città di Salerno. Domani, appunto trenta giorni dopo il brutale assassinio, il comitato spontaneo "Uniti per Chicca", nato proprio dopo il triste evento, scenderà in piazza per chiedere che il padrone della cagnetta venga punito per il reato commesso. Il comitato si riunirà proprio all'esterno della casa del padrone della piccola Chicca, a pochi passi da una scuola elementare, e chiederà ai piccoli alunni e ai genitori di affiggere su una tela tanti cuori rosa in memoria della cagnolina scomparsa.

Il responsabile, sebbene sia stato individuato il giorno stesso dell'uccisione di Chicca – grazie ad alcuni passanti che avevano filmato la scena, denunciando l'accaduto alla Polizia Municipale – è ancora a piede libero, in quanto questo tipo di reato non prevede l'arresto.