in foto: La nuova entrata dell'Edenlandia (@Fanpage.it)

Quando riapre l’Edenlandia? Tra conferme e smentite, il parco divertimenti di Napoli rimarrà ancora chiuso ben oltre giugno 2016 secondo le ultime notizie. La vicenda è abbastanza intricata: realizzata nel 1965 nel quartiere di Fuorigrotta, a pochi passi dall’attuale stadio San Paolo, l’Edenlandia è stato il primo parco giochi europeo per grandi e bambini. Il suo logo giallo e blu, raffigurante un castello, ha attirato numerosi curiosi ed è diventato simbolo di divertimento e tempo libero. Ma la sua fama ha cominciato a diminuire sensibilmente negli anni successivi, anche in seguito all’apertura di altri siti tematici, come Gardaland. Nel 2011 è arriva la richiesta di fallimento da parte della Mostra d’Oltremare, proprietaria del terreno su cui si ergono le giostre, alla società Park and Leisure, che gestiva Edenlandia. Nel 2013 il parco è stato definitivamente chiuso al pubblico. Da allora, la riapertura è stata più volte rimandata. Una storia che dura da ormai tre anni e che ancora deve concludersi. Ecco che cosa è successo dall'evento più recente.

25 maggio 2017: "Facciamo il possibile per Edenlandia"

Anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, è intervenuto sulla questione legata all'apertura dell'Edenlandia, seppure non dipenda direttamente dal Comune: "Molto – ha dichiarato – è legato alla volontà e alle azioni degli imprenditori che si sono impegnati nel rilancio del parco divertimenti. Le cose non sono andate come ci saremmo auspicati ma siamo comunque molto fiduciosi".

22 maggio 2017: la Mostra d'Oltremare interviene sulla riapertura.

"Mostra d’Oltremare insieme agli uffici del Comune di Napoli e la Soprintendenza ha determinato tutte le condizioni perché New Edenlandia possa mettere in atto il piano di riapertura del luna park. Per questo oggi siamo molto preoccupati dalle affermazioni dei vertici della società circa il suo futuro e i dubbi sulla data di riapertura. Si sarebbe dovuto aprire a febbraio, ma ci sono presunte difficoltà burocratiche, non meglio specificate, visto che manca un progetto definitivo della società New Edenlandia". Così l'Ente fieristico, proprietario del suolo sul quale sorge il parco giochi, è intervenuto nel dibattito tra le parti per portare a termine l'inaugurazione del sito.

18 maggio 2017: riapertura lontana, braccio di ferro tra Comune e New Edelandia Spa.

L'inagurazione dell'Edenlandia è ancora lontana. La causa sarebbe da ricercarsi nella mancanza di alcune autorizzazioni all'agilità del sito indispensabili per l'apertura. La questione si è ulteriormente aggravata nel corso dell'incontro della commissione lavoro del Consiglio comunale, presieduta da Vincenzo Solombrino, in sono emerse ulteriori difficoltà legate alla messa in sicurezza del parco. Per questo, Cosimo Barbato, direttore dei lavori di New Edenlandia, ha dichiarato di "essere pronto a riconsegnare le chiavi, entro un mese e mezzo, alla Mostra d'Oltremare, qualora non arrivasse il nulla osta per il completamento dei lavori", anche se, a sua detta, si sarebbe già raggiunto un abbondante 80%.

6 marzo 2017: chiesto risarcimento record per il Santa Claus Village.

La vicenda della chiusura del Santa Claus Village, che avrebbe dovuto svolgersi dal 26 novembre al 26 dicembre 2016, arriva in tribunale. La Key&Go, la società organizzatrice dell'evento, ha infatti presentato ricorso al Tar Campania e ha chiesto al Comune di Napoli un risarcimento record di 705 mila euro. "Il Comune – si legge nelle carte presentate dai legali – pare che abbia prima con il verbale del 17 novembre 2016, espresso parere favorevole all'evento programmato, così come riportato in una tavola del 24 ottobre per poi esprimere parere non favorevole il 7 dicembre per difformità del progetto approvato in precedenza".

23 gennaio 2017: Caos nel cda, dimissioni per l'amministratore unico Scoppa.

Ancora guai per l'Edenlandia, la cui apertura sembra allontanarsi sempre di più. Questa volta i problemi sono sorti all'interno del Consiglio di amministrazione di New Edenlandia Spa, la società che dal 2014 gestisce il parco divertimenti di Fuorigrotta. L'amministratore unico Maurizio Scoppa si è dimesso, facendo di fatto decadere tutta l'assemblea. Le sue funzioni passeranno a Eugenio Strazzullo, mentre nel cda resteranno solo tre membri: Pasquale Marrazzo, suo figlio Giuseppe e Roberto Maione.

15 dicembre 2016: Il Santa Claus Village chiude i battenti, l'annuncio su Facebook.

"Ci scusiamo per il disagio causato ai nostri clienti". Con queste parole, pubblicate su Facebook, si chiude definitivamente il capitolo del Santa Claus Village, dal 23 novembre ospitato all'interno dell'Edenlandia. Sono così stati infranti i sogni di quanti avevano sperato in una riapertura del sito prima di Natale. A tutti gli utenti che chiedono con insistenza come ottenere il rimborso dei biglietti già acquistati è specificato che può essere richiesto presso il Cral o le biglietterie dove sono stati comprati.

2 dicembre 2016: Sequestrata area del Santa Claus Village, non il resto dell'Edenlandia.

"Ci riteniamo parte lesa", ha riferito Giuseppe Colace amministratore della Key & Go, una delle due società che gestisce l'evento natalizio, poiché la Commissione Comunale di Vigilanza avrebbe verificato il giorno prima l'agibilità del parco. Intanto il Comandante Ciro Esposito ha assicurato che è sequestrata solo l'area concessa al Santa Claus Village, non il resto del parco. Ma "New Edenlandia spa ci aveva assicurato di avere tutte le documentazioni necessarie", ha osservato ancora Giuseppe Colace.

1 dicembre 2016: Santa Claus Village chiuso, mancano le autorizzazioni.

Dopo un sopralluogo della Polizia Municipale di Napoli, sezione amministrativa di via Diocleziano, viene disposto il sequestro del Villaggio di Babbo Natale. Santa Claus ha trovato albergo all'Edenlandia appena cinque giorni prima che venissero alla luce mancate autorizzazioni che fanno apporre i sigilli al parco di Fuorigrotta. Il ritardo nell'apertura (anche) del Santa Claus Village non ha messo a riparo l'amministrazione dai problemi burocratici.

25 novembre 2016: "Apertura in primavera 2017"

In occasione della presentazione del villaggio di Babbo Natale, il nuovo amministratore delegato di Edenlandia spa, Maurizio Scoppa, ha confermato che il parco sarà aperto per la prossima primavera. Lo stesso impegno del Santa Claus Village confermerebbe, secondo il manager, l'attendibilità della promessa apertura per il 2017. Al momento tuttavia non si fa riferimento ad una data precisa.

21 ottobre 2016: nuovo Cda e rimandata apertura del Santa Claus Village.

Nominato il nuovo Cda di New Edenlandia Spa: Pasquale Marrazzo, socio di maggioranza, è presidente, mentre Maurizio Scoppa è l'amministratore. Resta in quota societaria la famiglia Schiano. Mentre la società si riorganizza, l'evento organizzato all'interno del parco divertiventi – il Santa Claus Village – slitta: l'apertura, inizialmente prevista per il 19, è ora stabilita per il 26 novembre.

20 ottobre 2016: proseguono i lavori per la riapertura del parco a Natale.

"Il ghiacciaio torna a risplendere". Così sulla pagina ufficiale Facebook dell'Edenlandia si annuncia che i lavori per la riapertura parziale del parco in occasione del Santa Claus Village 2016 continuano a ritmo sostenuto. Completati anche la stazione del trenino e il rifacimento dei tetti. Intanto, sono stati resi noti gli orari di apertura al pubblico e i prezzi dei biglietti dal 19 novembre 26 novembre al 26 dicembre: gli adulti pagheranno 11 euro, mentre nonni over 65 e bambini al di sotto di un metro di altezza entreranno gratis.

29 settembre 2016: Edenlandia riapre a Natale per ospitare il Santa Claus Village 2016.

Un annuncio clamoroso arriva direttamente dalla pagina Facebook ufficiale di Edenlandia: il parco divertimenti aprirà dal 26 novembre al 26 dicembre 2016, in occasione del Natale, ed ospiterà nelle aree già ristrutturate il Santa Claus Village. I dettagli dell'iniziativa sono ancora top secret, ma il conto alla rovescia per curiosi e nostalgici può cominciare. Intanto, continuano i lavori di restauro e messa in sicurezza delle nuove e vecchie attrazioni, tra cui il castello, la cascata e la Vecchia America.

1 settembre 2016: scoperto un vecchio orologio in ceramica risalente alla fondazione del parco.

Nel corso dei lavori per il restauro dell'Edenlandia, non mancano le sorprese. Ricostruendo la torre della stazione del trenino, è stato scoperto un vecchio orologio di ceramica che risale addirittura alla fondazione del luna park. Per questo, l'attuale amministrazione ha deciso di lasciarlo lì dove si trova e di riattivarne il meccanismo in ricordo di Oreste Rossotto, grazie al quale il parco vide la luce per la prima volta nel 1965. Anche l'area dell'ex cinodromo, come annunciato sulla pagina Facebook dell'Edenlandia, è in fase di messa in sicurezza e riqualificazione.

9 agosto 2016: le immagini dei lavori all'interno dell'Edenlandia.

Anche se ufficialmente l'inaugurazione del parco è stata rinviata al maggio del 2017, continuano senza sosta i lavori nel parco divertimenti. In particolare, è stato ripulito il cinodromo e restaurate alcune storiche attrazioni come la cascata e il castello. A darne conferma è stato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che ha pubblicato sulla sua pagina Facebook le immagini scattate all'interno della struttura nel corso di un sopralluogo. "Meglio a questo punto aspettare qualche mese in più ma riaprire come e meglio di prima e, soprattutto, salvaguardando anche tutti i posti di lavoro messi a rischio dal fallimento", ha scritto.

1 agosto 2016: l'Edenlandia aprirà a maggio 2017.

Dopo le speranze alimentate negli ultimi tempi dai lavori di restauro di arcate e solai, arriva l'ennesimo slittamento della data di apertura di Edenlandia. Niente da fare per il 2016, si dovrà attendere maggio 2017 per l'inaugurazione del parco di divertimenti. Una data, questa, obbligata dalla scadenza della Naspi per i 54 lavoratori dipendenti del luna park. Intanto, la costruzione delle nuove giostre e la messa in sicurezza di quelle più vecchie continua. Nei piani dell'amministrazione, nei prossimi giorni dovrebbe essere messo a punto un programma di eventi, con appuntamenti ad Halloween e Natale, per mantenere accesi i riflettori sul parco.

26 luglio 2016: incontro tra vertici e lavoratori per stabilire i tempi della riapertura.

Mentre continuano i lavori di restauro della struttura di Fuorigrotta, i vertici di Edenlandia Spa si sono incontrati con i rappresentanti dei lavoratori per fare il punto della situazione e stabilire il cronoprogramma che dovrebbe portare alla inaugurazione del luna park nei tempi stabiliti. In particolare, l'amministrazione, pur non volendo indicare una data precisa per la riapertura, ha reso nota la sua intenzione di restituire il parco giochi alla città entro la scadenza della Naspi prevista per il maggio 2017.

24 luglio 2016: ammodernamento ancora in alto mare.

Le telecamere di Fanpage.it riprendono dall'alto lo stato dell'arte dell'Edenlandia, quando resta ancora un mistero la data di riapertura del parco giochi di Napoli. Nonostante, a detta della direzione, proseguano i lavori di ristrutturazione, il sito sembra ancora abbandonato: le immagini dal drone mostrano come sono state dismesse le attrazioni, dagli autoscontro alla giostra dei cavalli, passando per il drago cinese, il polipo rotante e le giostrine dei bambini. Sono in disuso tronchi, vecchia America, Castello, maniero, viaggio di sogno, Variety. Il Castello è ancora imbragato con tubi innocenti e dall'alto non si nota nessuna attività di lavoro all'interno del parco.

14 luglio 2016: Daniele (Pd) annuncia interrogazione regionale.

Gianluca Daniele, consigliere del Partito democratico, ha annunciato di essere intenzionato a presentare in Consiglio regionale un'interrogazione per individuare le responsabilità sui ritardi della riapertura dell'Edenlandia. Il parco giochi è in ritardo di oltre un anno sulla tabella di marcia preventivata dalla dirigenza e, sottolinea il consigliere, si stanno perdendo soldi di indotto importantissimi per tutta Fuorigrotta. L'Edenlandia, infatti, potrebbe essere parte di un polo attrattivo stimolante, se si considerano la vicinanza dello Zoo di Napoli, della Mostra d'Oltremare e l'ambinete vivace della zona, animato dal polo universitario del quartiere flegreo.

1 luglio 2016: riattivata la cascata della sezione Africa.

Dopo il Palaeden, ecco che le prove interessano anche i percorsi d'acqua, con la cascata che viene riattivata nella sezione Africa e pubblicata sul canale ufficiale dell'Edenlandia su Youtube. Si tratta di una delle aree visibili dal trenino che attraversa il parco divertimenti e dagli scivoli d'acqua. La pagina fan su Facebook, per ora l'unica voce ufficiale di New Edenlandia Spa, ha spiegato che parte della scenografia della sezione, come leoni ed elefanti, sarà sostituita con nuove statue. Anche il resto del parco conoscerà, oltre ad un rinnovamento, anche una parziale e ridotta modifica dei giochi. Sulla data di apertura, per ora, solo indiscrezioni.

23 giugno 2016: l'attore Morelli mostra l'Edenlandia in video.

Giampaolo Morelli, l'attore napoletano reso famoso dalla serie tv "L'ispettore Coliandro", ha svelato il volto dell'Edenlandia oggi attraverso un video postato sulla sua pagina fan. Quello che si vede è un parco apparentemente identico a come era prima della sua chiusura. Le erbacce presenti ovunque e le impalcature intorno al "castello dei pirati" identificano una situazione ancora piuttosto incerta. Morelli, in loco per le riprese della musical-commedia "Nunn è Napule", ci offre con questo video un giro nei ricordi e forse un assaggio di futuro: "dicono che riaprirà l'Edenlandia – ricorda l'attore – forse non tanto presto, però riaprirà".

Il video non piace a New Edenlandia Spa, che minaccia Morelli di querela nel caso in cui non cancelli il filmato dalla sua pagina Facebook. A renderlo noto è lo stesso attore sulla sua pagina Facebook meno di due giorni dopo la pubblicazione del suo video. A distanza di due ore dal post in cui Morelli rende note le intenzioni di querela a suo danno, Edenlandia posta un video in cui si fanno check audio e luci del Paleden.

22 giugno 2016: su Facebook l'iniziativa "Condividi i tuoi ricordi"

Segnali incoraggianti sull'imminente riapertura del parco di Fuorigrotta arrivano dalla pagina ufficiale su Facebook "Edenlandia", gestita dalla società proprietaria Edenlandia Spa. Nei giorni scorsi è stata lanciata l'iniziativa "Condividi i tuoi ricordi": tutti gli utenti nostalgici che hanno una foto scattata nel luna park prima della sua chiusura nel 2013 posso postarla in rete. Tutte le immagini saranno poi esposte in una speciale "area ricordi" che verrà realizzata in vista dell'inaugurazione.

16 giugno 2016: Edenlandia invita a scegliere i nuovi giochi.

Sulla pagina Facebook "Edenlandia" compare un sondaggio rivolto a tutti gli utenti per scegliere i nuovi giochi che andranno ad arricchire il parco giochi. Che sia un indizio della prossima riapertura del sito? Una data ufficiale ancora non è stata resa nota dalla Sovrintendenza, ma essendo questa la voce ufficiale di New Edenlandia spa, si può ben sperare. Tra le richieste avanzate dai più nostalgici, c'è il restauro del Magico Trenino, dei tronchi e della Nave dei Pirati.

9 giugno 2016: completati i lavori di restauro dell'Edenlandia.

I lavori per la riapertura dell'Edenlandia procedono senza sosta. L'attesa sta per terminare? Una data per l'inaugurazione ancora non è stata ufficializzata dalla Soprintendenza, ma gli interventi di restauro stanno volgendo al termine, il che fa ben sperare. In particolare, sono stati completati i lavori di recupero delle arcate d'ingresso del parco divertimenti di Fuorigrotta. "Si avvicina sempre più il giorno in cui Napoli potrà riavere l'Edenlandia e i lavoratori potranno riacquistare la serenità dopo il fallimento e le tante vicissitudini che sono poi seguite", hanno commentato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, e Gianni Simioli.

23 maggio 2016: al via tavolo di confronto tra lavoratori e azienda.

A fine maggio 2016 una piccola speranza si riaccende per la riapertura del parco giochi di Napoli. Prende infatti il via il tavolo di confronto tra lavoratori ed azienda Edenlandia sul programma dei lavori da rispettare nei mesi successivi per l'inaugurazione del sito. In particolare, dovrebbero cominciare al più presto gli interventi nell'area Kids, dedicata ai bambini e situata a ridosso della Porta Piccinato. Saranno coinvolti nei lavori anche alcuni lavoratori della precedente gestione, attualmente in stato di disoccupazione (il cosiddetto Naspi).

Maggio 2016: l'inaugurazione della nuova Edenlandia è più vicina?

Manifesto sulla riapertura dell'Edenlandiain foto: Manifesto sulla riapertura dell'Edenlandia.

All'inizio del mese di maggio 2016 i lavori di restauro delle arcate monumentali di epoca fascista che sovrastano l'ingresso del parco di via Usodimare hanno lanciato qualche speranza sulla riapertura imminente del luna park partenopeo. Un ulteriore segnale di avvicinamento della fatidica data è dato anche dai manifesti affissi nei pressi della Mostra d'Oltremare a Fuorigrotta in cui New Edenlandia Spa e il Comune di Napoli annunciano il ritorno dell'Edenlandia. Tuttavia, non ci sono ancora notizie certe sulla data di inaugurazione, per la quale tocca aspettare la decisione della Soprintendenza.

L’apertura dell’Edenlandia slitta a giungo 2016.

Secondo le ultime notizie, infatti, l’Edenlandia non riaprirà al pubblico prima della fine di maggio o l’inizio di giugno 2016. La Soprintendenza napoletana ha infatti fermato l’inaugurazione del parco giochi, prevista il 20 aprile, per la presenza di opere abusive costruite dopo il 1977 e ancora da abbattere. Tra queste, ci sarebbero la zona dietro il Drago Cinese, la cabina elettrica e gli spogliatoi del Palaeden. Si attende ancora la data definitiva, che sarà resa nota dagli uffici di Palazzo Reale.

20 aprile 2016: la data disattesa per la riapertura.

Eppure, era tutto pronto per la riapertura del parco divertimenti di Napoli, che sarebbe dovuta avvenire in tre tappe. La prima riguardava l’area Kids dedicata ai bambini, a ridosso della Porta Piccinato, poi l’area America e infine si sarebbe dovuto avere il completamento dei lavori con la messa in sicurezza del Maniero, dei famosi tronchi e del Castello dei fantasmi. Ma la presenza di opere abusive ha costretto la Soprintendenza ha fermare l’inaugurazione del 20 aprile e a posticiparla a data da destinarsi.

Giugno 2015: un regalo per il Cinquantenario dell’Edenlandia.

Quella di aprile 2016 è solo l’ultima data resa nota al pubblico per la riapertura dell’Edenlandia. Il parco divertimenti avrebbe dovuto riaprire già a giugno del 2015 in occasione del cinquantesimo anniversario della sua nascita. È stata questa la promessa, mai mantenuta, dell’imprenditore Mario Schiano che, in una cordata con altri manager partenopei, aveva acquisito il sito nel 2014 con la New Edenlandia Srl. Secondo il loro piano, sarebbero state mantenute e restaurate la giostra dei cavalli, il Drago, Viaggio di Sogno, Dumbo e il Carosello e altre attrazioni storiche del parco giochi, oltre ad un serie di new entry che avrebbero dovuto prendere il posto delle giostre smantellate.

2014: anno di cambiamenti e di promesse.

Era l’ottobre del 2014 quando la cordata di imprenditori guidata dal patron delle biciclette Mario Schiano ha firmato il contratto di locazione dei suoli diventando di fatto comproprietaria dell’Edenlandia insieme alla Mostra d’Oltremare. Il parco era già chiuso da circa un anno. È stato in questo momento che si sono fatte largo le prime promesse di riapertura. “Edenlandia rinascerà al massimo entro l’estate 2015, ora è ufficiale”, aveva dichiarato il sindaco Luigi de Magistris. Ma per il momento la strada sembra ancora in salita.