Simili, del tutto simili a quelle originali ma in realtà patacche facilmente smascherabili al contatto tattile di un esperto (un commerciante, un benzinaio, un tabaccaio) e soprattutto sotto la lente Uv, che scopre quando una banconota euro è falsa o no. Fatto sta che ieri i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Napoli hanno controllato lungo la via delle Industrie un 36enne di origini ucraine, Ruslan Gaponchak, domiciliato a Sant'Antimo, area Nord di Napoli, già noto alle forze dell'ordine, trovandolo in possesso di ben 99 banconote da 20 euro false.

L'uomo è stato arrestato per "spendita e introduzione nello Stato di monete false" e, giudicato con rito direttissimo, è stato condannato ad un anno di reclusione, con sospensione della pena subordinata allo svolgimento di lavori di pubblica utilità per il Comune di Sant'Antimo.