in foto: Il nascondiglio di Virgilio

Pluripregiudicato, era uno dei latitanti più ricercati d'Italia. Claudio Giuseppe Virgilio, classe 1977, ritenuto membro di spicco della fazione Iovine del clan dei casalesi, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Caserta, diretti dal tenente colonnello Nicola Mirante. Virgilio è stato rintracciato dai militari in un appartamento sito in via De Amicis a Lusciano, nel Casertano. Sull'uomo, latitante dal 2016, pendeva un mandato di cattura emanato dal gip del Tribunale di Napoli in quanto ritenuto responsabile degli omicidi di Gennaro Chiara e Antonio Bamundo, avvenuti entrambi nel 2000,  rispettivamente a Frignano e a San Marcellino, sempre nella provincia di Caserta. Singolare il nascondiglio che Claudio Giuseppe Virgilio si era progettato nell'appartamento di Lusciano: un doppio fondo, mascherato da un attaccapanni e ricavato in un armadio.