Non è riuscito a rassegnarsi all'idea che la relazione con la sua fidanzata, con la quale conviveva, volesse chiudere con lui. E così un giovane di Bellizzi, nella provincia di Salerno, ha tentato per ben due volte di porre fine alla sua vita. La prima volta, i due erano nell'appartamento che condividevano nel centro della cittadina quando, alla comunicazione di lei di voler interrompere la relazione, l'uomo, un 32enne del posto, ha tentato di lanciarsi dal balcone della casa, al secondo piano di un edificio. La convivente, una 38enne anch'essa del posto, è riuscita a dissuaderlo e, in tutta risposta, l'uomo è uscito di casa e si è diretto verso la stazione.

La convivente ha così allertato immediatamente i carabinieri della stazione di Battipaglia, che hanno rintracciato il 32enne proprio nei pressi dello scalo ferroviario Bellizzi-Montecorvino Rovella, seduto sui binari in attesa che passasse un convoglio. Così, i militari dell'Arma hanno cominciato a parlargli, ma l'uomo sembrava intenzionato ad assecondare il suo istinto suicida. I militari hanno bloccato così il traffico ferroviario su tutta la tratta che va da Battipaglia a Pontecagnano Faiano, arrecando un ritardo alla circolazione di circa 15 minuti. Una volta scongiurato il possibile arrivo di un treno, con non poca fatica, e grazie al dialogo, i carabinieri sono riusciti a farlo alzare e a mettersi in salvo, per la seconda volta nel giro di pochi minuti.