È stato sorpreso nella notte, in un pub dell'Arenella, quartiere collinare di Napoli, a rubare insieme ad un complice. Si tratta del padre del piccolo Ciro, il bimbo di appena 4 mesi morto in culla due giorni fa a Scampia. Come racconta Il Mattino, l'uomo, già noto alle forze dell'ordine, si sarebbe incontrato con il complice, un 35enne di Soccavo, per poi raggiungere insieme la collina e fare irruzione in un pub di via Pietro Castellino. Qui, però, una volta ultimato il colpo, mentre si apprestavano a caricare la refurtiva in auto, i due sono stati sorpresi da una pattuglia della polizia e arrestati. Con gli agenti, l'uomo si è giustificato dicendo che i soldi della rapina gli sarebbero serviti per pagare il funerale del suo piccolo bambino.

La mattina del 27 marzo, la madre del piccolo, in un appartamento della Vela Rossa di Scampia, si era avvicinata alla culla e si era resa conto che il neonato era immobile e non respirava. Inutili i soccorsi del 118, che non avevano potuto fare altro che constatare il decesso del bimbo di 4 mesi. Nonostante l'ipotesi più accreditata sia quella della "morte in culla", il magistrato di turno ha disposto l'esame autoptico sulla salma, i cui risultati saranno disponibili nei prossimi giorni.