Una notte di paura ed ansia quella trascorsa all'aeroporto di Capodichino: una telefonata anonima giunta ai Carabinieri, infatti, aveva segnalato la presenza di un furgone bianco sospetto, carico di bombole di gas, parcheggiato in un viale nei pressi dello scalo internazionale partenopeo. Un allarme bomba che, con il periodo particolare che sta attraversando l'Europa, ha scatenato qualche ora di panico.

Sul posto sono prontamente giunti gli artificieri, che hanno interdetto l'area dove era stato parcheggiato il furgone per alcune ore. Dopo i rilievi del caso, è stato fatto saltare il portellone, ma fortunatamente all'interno il furgone è risultato essere vuoto. Le ulteriori verifiche fatte sul mezzo sono state tutte negative, e così l'area è stata liberata attorno alle tre del mattino senza particolari disagi per cittadini e viaggiatori. I voli non hanno comunque subito ritardi visto che la situazione era all'esterno dello scalo, e dunque all'interno non ci sono state alterazioni alla normale programmazione.