Si potrebbe definite una condanna storica quella emessa dalla Corte di Cassazione: è stato infatti emesso uno dei primi verdetti nel nostro Paese, se non il primo in assoluto, che giudica il reato di bullismo. Destinatari della sentenza sono 4 studenti dell'Istituto Tecnico Marconi di Alife, in provincia di Caserta che, per circa due anni hanno commesso atti di violenza, fisica e verbale, ai danni di un loro coetaneo che, stanco delle continue vessazioni, si è visto costretto a cambiare scuola e a trasferirsi addirittura in Piemonte.

La storia di ripetute violenze è emersa soltanto quando la vittima è finita in ospedale con una lesione ad un occhio. A quel punto è scattata la denuncia, permettendo agli inquirenti di individuare i quattro responsabili. Le parole della vittima sarebbero suffragate anche da un video delle violenza girato da uno dei quattro bulli che, per decisione dei giudici minorili di Napoli, sono stati condannati a 10 mesi di reclusione, con pena sospesa.