in foto: Catello Donnarumma

Catello Donnarumma, il giovane di 26 anni morto lo scorso 6 aprile, dopo due giorni di agonia, a causa delle ferite riportate dopo un violento incidente stradale a Vico Equense (Napoli), è stato ucciso. O almeno, come scrive Il Mattino, è questa l'ipotesi della Procura della Repubblica di Napoli che ha iscritto nel registro degli indagati, per omicidio colposo, un uomo di 44 anni originario di Olevano sul  Tusciano, in provincia di Salerno. Nel frattempo, si attende che sul corpo del 26enne venga effettuata l'autopsia, che dovrebbe avvenire nei prossimi giorni.

Martedì scorso Catello era a bordo della sua moto – grande passione del ragazzo – e percorreva via Raffaele Bosco, a Vico Equense, in Penisola Sorrentina quando, per motivi ancora da accertare, ha impattato un'automobile che procedeva nel senso di marcia opposto. Ricoverato in un primo momento al locale ospedale "De Luca e Rossano" era stato trasferito al Loreto Mare di Napoli, dove è deceduto due giorni più tardi a causa dei traumi e delle ferite riportate nel terribile incidente.