La polemica sulla cittadinanza onoraria a Diego Armando Maradona, più o meno da quando, alla fine del 2016, era stato dato l'annuncio ufficiale, non si è mai del tutto placata tra i sostenitori e i detrattori dell'iniziativa. El Pibe de Oro, però, il prossimo 5 luglio, con un evento a piazza del Plebiscito, riceverà la cittadinanza napoletana, a 30 anni dal primo scudetto vinto dal Napoli e di cui fu protagonista assoluto, e la polemica è montata di nuovo con prepotenza quando si è paventata la possibilità che il fuoriclasse argentino avesse potuto ricevere un compenso per presenziare alla manifestazione in suo onore.

A gettare definitivamente acqua sul fuoco ci ha pensato Alessandro Siani, organizzatore dell'evento che, in una intervista a Repubblica, ci ha tenuto a fare chiarezza. "Da me Maradona non percepirà nessun cachet. Non so chi abbia messo in giro una voce del genere". L'attore e regista partenopeo, poi, durante l'intervista esclude anche una sua possibile apparizione sul palco: "Non salirò sul palco. Mi occupo della direzione artistica e non è prevista la mia presenza".