in foto: Il presidente dell'Eav, Umberto De Gregorio

L'accordo per mantenere aperte le linee della Circumvesuviana nel pomeriggio di Pasqua è stato raggiunto all'ultimo minuto, e ha portato a un vero e proprio successo in termini di passeggeri e immagine: "Dopo 40 anni la Circum aperta il pomeriggio di Pasqua. Siamo molto soddisfatti. Treni e bus stracolmi a Pompei, Sorrento, Ischia. Una svolta storica", ha scritto su Facebook l'amministratore unico dell'Eav (Ente autonomo Volturno) Umberto De Gregorio.

Si sarebbe trattato di uno scherzo.

Lo stesso dirigente è però dovuto intervenire, sempre su Facebook, per chiarire un giallo che lo ha coinvolto. Sul social network ha iniziato a circolare una lettera falsa, che riporta la firma di De Gregorio, destinata ai dipendenti che hanno siglato (singolarmente, senza passare per i sindacati) l'intesa con la società. Nella missiva il bonus per i lavoratori che hanno prestato servizio domenica pomeriggio viene quantificato erroneamente in 500 euro, contro i 160 previsti. De Gregorio ha pubblicato sulla pagina Facebook dell'ente la lettera incriminata, sottolineando che si tratta di un falso: "Circola una lettera falsa a mio nome. Denuncerò il falso alle autorità competenti. La allego a questo post per chiarire a tutti che è un falso. Tutti i lavoratori impegnati nel pomeriggio di ieri avranno lo stesso bonus, 160 euro. Qualcuno a quanto pare è molto infastidito dal successo di ieri. Andiamo avanti sereni ed aperti al dialogo con tutti i dipendenti e tutti i sindacati", ha scritto l'amministratore unico di Eav. Successivamente l'arcano è stato chiarito: sembra si sia trattato semplicemente di uno scherzo.

De Gregorio ha ringraziato i lavoratori.

Nel precedente post, scritto per sottolineare come l'apertura straordinaria della Circum avesse giovato all'immagine di Napoli e provincia davanti alle migliaia di turisti che l'hanno presa d'assalto, De Gregorio aveva scritto: "Gli azionisti di Eav sono gli utenti, ed i turisti sono utenti cui dedicare particolare attenzione. Grazie alla sensibilità di alcuni lavoratori che hanno risposto al nostro progetto abbiamo contribuito a tenere alta la immagine della Campania. Ed evitato almeno in parte vettori abusivi che spennano i giapponesi , come è sempre accaduto sino all'anno scorso. L'incasso previsto coprirà e supererà tutti i costi del servizio pomeridiano. Non so come avrebbero fatto a tornare a Napoli gli oltre tremila turisti che hanno preso d'assalto i nostri treni a Sorrento e Pompei – proseguito De Gregorio -. Nessun incidente ma solo enorme affluenza con qualche coda , il tutto organizzato last minute in 24 ore. Ottimi risultati anche per la navetta Eav nel porto di Napoli. Un grande grazie a tutti i lavoratori di Eav per questo impegno straordinario".