Un tragico incidente stradale, nella notte, è avvenuto sulla Circumvallazione Esterna di Napoli, in un tratto di competenza del Comune di Giugliano: un ragazzo di 16 anni, Alessio Granata, originario proprio della città della provincia partenopea, ha perso la vita. Per cause ancora in corso di accertamento, lo scooter guidato dalla vittima ha impattato un'automobile che procedeva nel senso di marcia opposto. L'impatto è stato molto violento, a tal punto che detriti dei due mezzi coinvolti hanno invaso anche l'altra carreggiata.

Sul posto si sono immediatamente precipitati i soccorritori del 118, giunti dall'ospedale San Giuliano di Giugliano, e i carabinieri della locale stazione. Il 16enne, nonostante i tentativi dei soccorritori di rianimarlo, è morto poco dopo a causa della gravi ferite riportate nell'impatto. Sull'accaduto indagano i militari dell'Arma, a cui spetta ora il compito di risalire all'esatta dinamica dell'incidente che ha posto fine alla vita del 16enne.

Il post su Facebook prima della morte: "La moto uccide"

Alessio Granata, sulla sua pagina Facebook, appena prima di morire, aveva pubblicato un post che, alla luce di quanto successo, appare inquietante. Nel post si vede l'immagine di una moto, grande passione del 16enne, affiancata dalla scritta: "La moto uccide, è vero. Ma lo stesso lo fa una vita monotona priva di emozioni".