L'edificio più imponente di piazza Dante, nel cuore del centro storico di Napoli, che occupa una grossa porzione della piazza, sta per cambiare volto. Il convitto Vittorio Emanuele II, infatti, sarà interessato da un massiccio intervento di ristrutturazione. La Città Metropolitana di Napoli ha infatti affidato i lavori di recupero e messa in sicurezza dell'enorme edificio dall'inconfondibile colore rosso per un ammontare di 435mila euro. Se la proprietà del convitto è di competenza del Demanio, la sua manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, è affidata dalla legge alla Città Metropolitana.

I lavori più consistente interesseranno la facciata esterna del complesso, con il rifacimento degli intonaci, e l'interno, dove sarà effettuato un intervento di impermeabilizzazione della copertura, che al momento è interessata da infiltrazioni d'acqua che ne compromettono la sicurezza e potrebbero causare il distacco dai solai. I lavori di ristrutturazione riporteranno il convitto alla sua bellezza originaria e permetteranno di evitare il distacco di calcinacci sia all'esterno che all'interno. Stando a quanto si apprende, gli interventi dovrebbero durare 18 mesi.