È morto domenica scorsa, nell’isola greca di Zante, il 20enne di San Giorgio a Cremano (Napoli) Pasquale Sacco. Oggi è stato il giorno dell’ultimo saluto al ragazzo travolto da un’auto mentre era a bordo di un quad. I funerali si sono volti a San Giorgio a Cremano in una chiesa gremita, con il rito funebre officiato da don Giovanni Sannino nella chiesa di Sant’Antonio da Padova.

Ragazzo morto in un incidente a Zante: il ricordo degli amici.

In tantissimi ragazzi sono tornati dalle vacanze per poter dare l’addio al loro amico. Con loro tanti colleghi di scuola e anche i suoi docenti. “Paco, eri un amico speciale da prendere come esempio di bontà”, è il messaggio che uno dei suoi amici ha letto prima che cominciasse la messa. “Mancherai alle nostre abitudini, te ne sei andato ma dai nostri cuori non te ne andrai”.

Anche una sua ex insegnante ha voluto ricordare il ragazzo scomparso in seguito all’incidente che lo ha ucciso mentre si trovava in vacanza in Grecia: “Eri un alunno rispettoso, il tuo viso sorridente e dolce ci sarà acconto ogni giorno”. I molti presenti si sono stretti attorno ai genitori Carmine e Loredana. In chiesa era presente anche il procuratore Nunzio Fragliasso, zio di Pasquale Sacco.

L'incidente in cui il 20enne campano Pasquale Sacco ha perso la vita.

Il ragazzo si trovava in vacanza con una comitiva di amici, formata da quattro persone. Erano a bordo di due quad, mezzi di trasporto spesso utilizzati nelle isole greche al posto dei motorini. Secondo le prime ricostruzioni, Pasquale e un amico avevano sbagliato strada, imboccandone una secondaria. I due si sarebbero poi fermati per cercare di capire dove si trovavano. L'amico della vittima è sceso dal veicolo quando il quad su cui stava Pasquale è stato travolto da un'auto che viaggiava ad alta velocità. Il ragazzo è stato sbalzato a terra a molti metri di distanza dal luogo dell'impatto ed è morto sul colpo.