in foto: La stazione "Toledo"

Un viaggio nel sottosuolo, in una Napoli lontana dai percorsi turistici della città sotterranea o del Tunnel Borbonico, andrà in onda domani, giovedì 27 aprile, alle ore 19 su Rai Storia, nel programma documentaristico "Italia: Viaggio nella bellezza", nato dalla collaborazione tra la televisione pubblica italiana e il Mibact, il Ministero dei Beni Culturali. Protagonista della puntata saranno i cunicoli, le gallerie, le opere d'arte e le stazione che costituiscono la Metropolitana di Napoli, con particolare riferimento alla Linea 1, realizzata tra la fine degli anni Novanta e il nuovo millennio.

La nuova Metropolitana partenopea, infatti, ospita numerosissime opere d'arte, come quelle di Kounellis (recentemente scomparso), Michelangelo Pistoletto, William Kentridge, Alvaro Siza e tanti altri che, sotto la guida di Achille Bonito Oliva, hanno contribuito a creare stazioni come Dante, Università e Toledo, diventate veri e propri musei. La puntata dedicata a Napoli servirà anche da occasione per parlare, tra le altre cose, dei numerosi reperti archeologici rinvenuti durante gli scavi per la costruzione della stazione (in partiolar modo le navi romane ritrovate a piazza Municipio) e per parlare di Lamont Young, primo visionario progettista della Metropolitana.