Una lite tra vicini per questioni di confini si è trasformata in un incubo per un pensionato di 76 anni di Eboli, in provincia di Salerno. L'uomo, come scrive Il Mattino, stava costruendo un muro tra la sua proprietà e quella dei suoi vicini, in località Castrullo San Paolo, quando è stato vilmente aggredito alle spalle da tre ragazzi, tutti suppergiù 20enni. Quello che colpisce è la ferocia con la quale i tra ragazzi si sono accaniti sul 76enne: lo hanno dapprima colpito alla testa con un'asse di legno poi, una volta ha terra, hanno continuato, riempiendolo di calci e sputi. Il tutto sotto gli occhi della madre, la vicina dell'anziano appunto, che non ha mosso un dito.

Arrivato in ospedale con delle brutte ferite, dopo gli esami diagnostici del caso i medici hanno escluso lesioni interne e il pericolo di vita. L'uomo, come si apprende, è intenzionato a denunciare i vicini alle forze dell'ordine e a trascinarli in tribunale.