Una lite verbale, generata da futili motivi, è sfociata nel sangue, in un episodio di violenza che sarebbe potuto costare caro a un padre ed un figlio. I due, 64 e 20 anni, erano in via Genova, nei pressi della Stazione Centrale di Napoli, intenti a scaricare il loro furgoncino di medicinali con i quali stavano rifornendo una farmacia della zona. Come racconta Il Mattino, mentre erano affaccendati nel loro lavoro, padre e figlio sono stati avvicinati da due uomini a bordo di uno scooter che hanno cominciato a lamentare una eccessiva perdita di tempo da parte dei due, che avrebbero occupato il loro parcheggio con il furgoncino.

È nato così un violento alterco verbale che non ci ha messo molto a degenerare nella violenza. Uno dei due uomini ha lasciato lo scooter e, dopo aver sfoderato un coltello, ha colpito padre e figlio al torace prima di dileguarsi insieme al complice a bordo del ciclomotore. Sul posto è giunta un'ambulanza, che ha trasportato il 64enne e il figlio 20enne all'ospedale Loreto Mare, dove pare non siano in pericolo di vita. Sulla vicenda indagano gli uomini della Polizia di Stato.