Estratto anche il corpo della terza vittima: è il figlio dei primi due morti.

Estratto anche il corpo della terza vittima: è il figlio dei primi due morti

Mentre la speranza di trovare altri superstiti in vita sotto le macerie si assottiglia, un'altra triste notizia arriva da Torre Annunziata: è salito infatti a tre il bilancio delle vittime. Dopo il ritrovamento dei corpi senza vita di Giacomo Cuccurullo e di sua moglie Adelaide Laiola, è stato estratto dalle macerie della palazzina di quattro piani crollata questa mattina anche il cadavere di Marco Cuccurullo, figlio della coppia. 26 anni, lavoratore stagionale, amante dei fuochi d'artificio, Marco era rientrato a casa intorno alle 5, un'ora prima che il quarto e il terzo piano dell'edifico crollassero.


Crollo Torre Annunziata, identificate le prime 2 vittime: sono marito e moglie.

Crollo Torre Annunziata, identificate le prime 2 vittime: sono marito e moglie

Sono state identificate poco fa dalla famiglia le prime due vittime accertate del crollo della palazzina di quattro piani a Torre Annunziata: si tratta di Giacomo Cuccurullo e Adelaide Laiola, marito e moglie. I due erano abbastanza noti nella città oplontia: Cuccurullo, architetto, era infatti un dipendente dell'Ufficio Tecnico del Comune di Torre Annunziata. Già presenti sul posto, sono stati i parenti a riconoscere i cadaveri. Uno di loro, quando ha visto la donna, è stato colto da un lieve malore. Sul posto sono arrivati anche il questore di Napoli Antonio De Iesu e il generale dell'Arma dei carabinieri Ubaldo Del Monaco, che terranno un tavolo tecnico sulla situazione. Ancora nessuna notizia degli altri 5 dispersi.


Torre Annunziata, individuata anche una seconda vittima.

Torre Annunziata, individuata anche una seconda vittima

I vigili del fuoco, impegnati nelle operazioni di ricerca sotto le macerie insieme a forze dell'ordine e volontari, hanno dato notizia, purtroppo, del ritrovamento anche di una seconda vittima, riducendo a 5 il numero delle persone ancora disperse. Per il momento si sa soltanto che sono un uomo e una donna, anche se non sono state ancora rese note le generalità.


Torre Annunziata, i nomi dei dispersi.

Torre Annunziata, i nomi dei dispersi

Sotto le macerie ci sono di certo la famiglia di Pasquale Guida: la moglie Anna Duccio, i figli di 8 e 11 anni che abitavano al terzo piano, così come Pina Aprea, 65enne sarta che viveva da sola e che potrebbe essere uscita prima di casa. Al quarto piano, in un appartamento con un terrazzo, abitava l'architetto Giacomo Cuccurullo, un tecnico del Comune della cui presenza in casa nessuno ha certezza. Con lui la moglie Adelaide e il figlio Marco Cuccurullo, 25enne.


Gruppi elettrogeni per continuare a scavare di sera.

Mentre la Protezione Civile ha inviato altri 40 volontari per continuare a scavare, insieme alle unità cinofile, sono in arrivo anche gruppi elettrogeni e fari per far sì che le ricerche dei dispersi, ormai ridottisi a sette dopo il ritrovamento della prima vittima, continuino anche di sera.


Crollo Palazzo Torre Annunziata: individuati due corpi sotto le macerie.

"I Vigili del fuoco hanno individuato i corpi purtroppo senza vita di due dei dispersi". Arriva la prima notizia negativa da Torre Annunziata dopo il crollo di una palazzina poco prima delle 6.30 in provincia di Napoli. La notizia diffusa dai Caschi rossi. Delle due prime vittime accertate del crollo non sono ancora state rese note le generalità. Per ora, le notizie trapelate sono che si tratta di uomo e una donna, mentre una terza persona non era in casa. Sono dunque 5 le persone ancora disperse. In questo momento si sta procedendo all'estrazione dei corpi dalle macerie.


Crollo palazzo Torre Annunziata, 7 dispersi e un morto accertato.

na palazzina di quattro piani è crollata a Torre Annunziata, in provincia di Napoli, lungo la Rampa Nunziante nella zona Litoranea. A darne notizia i Vigili del Fuoco che sono a lavoro già da più di un'ora tra le macerie. Ancora ignote le ragioni del crollo, avvenuto attorno alle 6.20 del mattino, quando il terzo e il quarto piano del palazzo si è sbriciolato in un pochi secondi. Si temono numerose vittime: tre famiglie sono state colte nel sonno all'interno dell'edificio vista l'ora. A cedere un'ala dell'edificio che da quanto si apprende nelle scorse settimane era stato oggetto di lavori di ristrutturazione.

Sospeso traffico ferroviario.

Dalle 6.45 è stato sospeso il traffico ferroviario tra Torre Annunziata e Santa Maria La Bruna sulla linea Napoli – Salerno: il crollo ha provocato la presenza di calcinacci sulla sede ferroviaria, che passa proprio affianco al luogo della tragedia. Attivati bus sostitutivi per i pendolari.