Una scoperta che ha dell'inverosimile quella operata dagli agenti del Reparto Ambientale e dell'Unità Operativa Avvocata della Polizia Municipale di Napoli in due appartamenti di un condominio del centro storico di Napoli, in prossimità di una delle sedi dell'Università L'Orientale. Nei locali, gli agenti hanno rinvenuto un vero e proprio zoo, un ricovero per animali che ospitava 30 cani, 8 cincillà, un pappagallo Cenerino – la cui detenzione è vietata, in quanto animale in via di estinzione – e una scrofa vietnamita nera di oltre un quintale.

Il blitz è scattato dopo numerose segnalazioni dei condomini, allarmati dalla puzza che si era diffusa nell'edificio. Sul posto è intervenuto anche il personale dell'Asl, che si è occupato di ripristinare le carenti condizioni igienico-sanitarie dell'appartamento. Le tre persone che occupavano i locali, un allevatore, sua madre e sua zia, sono state denunciate dalla Municipale di Napoli per l'illecita detenzione del pappagallo in via di estinzione, mentre i due appartamenti sono stati sequestrati per abusivismo edilizio.