Scantinati invasi dal fango, allagamenti e disagi alla circolazione dei treni. Queste le prime conseguenze dell'ondata di maltempo che si è abbattuta sulla Campania, dopo aver fatto ingenti danni (e purtroppo anche delle vittime) in altre Regioni italiane, come la Toscana e il Lazio. Da ieri la protezione civile regionale ha emesso un'allerta meteo di codice arancione (livello 3 su 4). I vigili del fuoco sono al lavoro in Irpinia, per la precisione a Montoro e Forino, dove una slavina di fango ha invaso diversi scantinati, allagandoli. Al momento, fortunatamente, non si segnalano danni a persone. Diversa invece la situazione per quanto riguarda le abitazioni e le strade: in molti immobili sono segnalate infiltrazioni d'acqua, mentre alberi e rami sono caduti sulle sedi stradali e vengono faticosamente rimossi dai pompieri. A Montoro la slavina è scesa dalla montagna bruciata: fango e pietre hanno  sommerso le auto in sosta in via Parrelle. Altri interventi sono stati effettuati in via Roma, via Ciesco e via Proaola. A Forino invece gli allagamenti hanno interessato soprattutto la I contrada Casina Rossi.

Vigili del fuoco al lavoro anche nel Napoletano: disagi alla circolazione ferroviaria.

Anche nel Napoletano i vigili del fuoco stanno fronteggiando numerose chiamate per interventi legati ai danni causati dal maltempo. Si segnalano allagamenti a Torre Annunziata e nella zona di Giugliano, dove l'acqua ha invaso negozi e abitazioni. Disagi anche per quanto riguarda la circolazione ferroviaria. Dalla notte la linea Napoli-Roma, via Formia, è in tilt a causa di alberi e lamiere cadute sui binari tra Aversa e Casoria. Problemi anche sulla Circumvesuviana, tra le province di Napoli e Salerno. La stazione di Scafati si è allagata per le piogge, e l'Eav (Ente autonomo Volturno) ha comunicato che la linea Napoli-Poggiomarino è limitata alla tratta Napoli-Pompei e viceversa.

Violenti acquazzoni sul Salernitano: oggi scuole chiuse a Salerno e altri comuni.

Violenti acquazzoni si stanno abbattendo da questa mattina anche sul Salernitano. Colpite le zone dell'agro sarnese nocerino e il territorio della costiera amalfitana. Anche qui si segnalano garage e scantinati allagati: alcuni automobilisti sono rimasti bloccati nelle auto e sono stati salvati dall'intervento dei pompieri. Scuole chiuse (per quegli istituti che avevano programmato l'inizio dell'anno scolastico in anticipo) a Salerno e in alcuni comuni della provincia: Cava de' Tirreni, Sarno, Pontecagnano Faiano, Minori e Maiori.