E' stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Vomero il rapinatore del Teatro Cilea, che aveva colpito lo scorso 14 luglio. Nicola Gallo, pluripregiudicato cinquantacinquenne, su cui pende l'accusa di rapina aggravata, sarebbe stato riconosciuto tramite le immagini della videosorveglianza nonostante si fosse camuffato durante il colpo con tanto di occhiali da sole e casco da motociclista: il bottino era stato magro, appena cento euro sottratti pistola in pugno ad un dipendente del Teatro Cilea.

Domenica pomeriggio, due giorni dopo la rapina, i poliziotti si sono recati nell'abitazione del Gallo ed a seguito di una perquisizione hanno ritrovato l'arma utilizzata per la rapina, che si è rivelata essere una riproduzione di una pistola ad aria compressa, prontamente sequestrata, oltre agli indumenti ed al veicolo utilizzati per la rapina. Capito che per lui stavano per scattare le manette, il Gallo ha tentato di opporsi al fermo prima andando in escandescenza ed inveendo contro i poliziotti, poi ha tentato di fuggire dal proprio appartamento, ma è stato prontamente bloccato e fermato, per poi essere tradotto in carcere a Poggioreale.