Improvviso black out a Napoli, esteso a gran parte della città da Santa Lucia a Gianturco. Il guasto ha riguardato le linee dell'alta tensione, gestite da Terna. La società spiega a Fanpage.it che le cause del guasto "sono ancora in via di accertamento". Dopo circa trenta minuti, la situazione è tornata normale e la corrente tornata ovunque. Tuttavia, la zona interessata appare più estesa del previsto: il black-out è stato segnalato anche in zona Porto, non lontano dal rione Santa Lucia, al centro storico e a Chiaia, mentre alcune persone segnalano che il black-out sarebbe arrivato fino a Gianturco, quartiere che delimita i confini orientali di Napoli prima dei comuni vesuviani. Saltate temporaneamente anche tutte le linee telefoniche: l'unica compagnia ancora attiva è Vodafone. L'interruzione di corrente potrebbe essere stata causata dall'uso eccessivo di condizionatori visto che da giorni le temperature in città sono molto alte.

L'Enel – che si occupa della distribuzione dell'energia e che non è coinvolta nel black-out di oggi – ha comunicato agli utenti che contattavano il centralino che i problemi sarebbero stati risolti in breve tempo. Dal corso Umberto fino a piazza Municipio, da Chiaia a Posillipo: fermi gli ascensori, gente in strada uscita dagli uffici pubblici e semafori spenti. Alla fine, il tutto è rientrato e dopo circa trenta minuti di "anarchia" la vita cittadina ha ripreso a scorrere regolarmente.