Hanno trascorso una serata in una nota discoteca di Bagnoli, come fa qualsiasi ragazzo della loro età. Solo che loro, un gruppetto di sei amici, se ne andavano in giro con una pistola carica, pronta a far fuoco. Dopo aver lasciato il locale, il gruppo è salito a bordo dell'auto – una Peugeot 206 – di uno di loro. Giunti a Mergellina, il veicolo è stato fermato da una pattuglia dei carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Napoli Centro, impegnata in controlli ordinari del territorio.

Alla vista dei militari dell'Arma, i sei ragazzi sono apparsi subito agitati e nervosi, cosa che ha insospettito i militari, che hanno deciso così di procedere alla perquisizione del veicolo e dei soggetti, rinvenendo una pistola, una Beretta carica e con un colpo in canna. L'arma era nascosta addosso all'unico minorenne del gruppetto, un 17enne. I sei ragazzi, tutti residenti ai Quartieri Spagnoli e tutti già noti alle forze dell'ordine, sono stati così arrestati per porto illegale di arma da fuoco e munizionamento e ricettazione, dal momento che la pistola è risultata rubata a Caserta. Per i maggiorenni si sono aperte le porte del carcere di Poggioreale, mentre il minorenne è stato portato al centro di accoglienza dei Colli Aminei.