Gli agenti dell'Unità Tutela Emergenze Sociali e Minori della Polizia Municipale di Napoli hanno denunciato una donna rumena, C.M., 30 anni, mentre stava sfruttando suo figlio, di appena due mesi, esponendolo al caldo e al sole, per chiedere l'elemosina. I vigili urbani l'hanno individuata mentre era in via dei Mille, nel quartiere Chiaia, una delle strade più rinomate di Napoli, mentre esponeva un cartello, tenendo il neonato in braccio. La 30enne, già nota alle forze dell'ordine e con numerosi precedenti penali, è stata denunciata all'Autorità Giudiziaria con le accuse di sfruttamento di minori in accattonaggio, diffidata dal proseguire nell’attività illecita ed inoltre è stata anche segnalata alla Procura per i Minorenni ed ai competenti Servizi Sociali per ulteriori interventi in favore dei figli minori. Già nel 2015 era stata segnalata per un reato analogo.