Scene di straordinaria follia quelle avvenute nella sala mortuaria della clinica Villa dei Fiori ad Acerra, nella provincia di Napoli, dove cinque persone sono state denunciate per rissa e resistenza a pubblico ufficiale. I carabinieri erano intervenuti nel nosocomio per appianare un diverbio scoppiato tra una donna somala di 28 anni e una nigeriana 24enne che l'aveva minacciata con un grosso coltello. Una volta in clinica, i militari dell'Arma hanno assistito ad un'altra rissa, nella quale cinque persone, tutte imparentate tra loro, si stavano azzuffando a calci e pugni.

Nonostante l'intervento dei militari, i cinque coinvolti nella rissa hanno continuato a picchiarsi e solo alla fine i carabinieri sono riusciti ad avere la meglio ed immobilizzarli. Una volta sedata la rissa, gli uomini dell'Arma ne hanno scoperto il motivo: nessuno dei parenti voleva pagare il funerale della vittima, un uomo di mezza età e padre di un ragazzo 17enne coinvolto nella scazzottata. Tutte e cinque hanno rifiutato il ricovero nonostante le evidenti lesioni riportate.