I Carabinieri del Ros di Salerno hanno eseguito nella giornata di oggi un'ordinanza cautelare nei confronti di quattro persone, indagate per associazione mafiosa, scambio elettorale politico mafioso ed estorsione. La richiesta arriva dalla locale procura distrettuale antimafia: sono state effettuate anche diverse perquisizioni a carico di altri nove indagati per corruzione elettorale. In carcere sono finiti Luigi Sarno, Carlo Bianco (ex consigliere comunale con delega alla Multiservizi e candidato al consiglio comunale di quest’anno), Antonio Pignataro (storico esponente del clan omonimo degli anni Ottanta, da tempo ai domiciliari per motivi di salute dove scontava pena per altri procedimenti) e Ciro Eboli (candidato nella lista di Pasquale D’Acunzi di quest’anno). Al centro dell'inchiesta e delle indagini del Ros ci sono i clan camorristici attivi nella zona dell'agro nocerino-sarnese e, soprattutto, i loro interessi nel settore imprenditoriale. In occasione del voto per le amministrative di Nocera Inferiore tenutesi del giugno scorso, sarebbero stati anche documentati numerosi casi di corruzione elettorale.