in foto: Rino Zurzolo con Pino Daniele

È morto Rino Zurzolo, storico contrabbassista di Pino Daniele, musicista amatissimo a Napoli e non solo. Ha lottato tra la vita e la morte in queste ore, mentre sui social network già nel primo pomeriggio di oggi, in una macabra ‘corsa' alla commemorazione, qualcuno che aveva ricevuto drammatiche ma errate notizie sul suo stato di salute, già ne piangeva la dipartita. Poco dopo la mezzanotte, al termine di una iniqua agonia, la ferale notizia della scomparsa di quello che molti non esitano a definire il miglior contrabbassista italiano. Rino Zurzolo, 58 anni, aveva il cancro ai polmoni e negli ultimi giorni il male inesorabile aveva sferrato l'ultimo attacco.

Intorno a lui, come è comprensibile, si sono stretti silenziosamente i parenti e la famiglia allargata dei tanti amici che hanno condiviso negli anni momenti importanti e intensi. Rino, al secolo Gennaro Zurzolo, era il secondo di quattro fratelli, faceva parte d'una famiglia di apprezzati musicisti. Il terzo fratello, Marco Zurzolo, è un apprezzato musicista di sassofono e la più piccola della famiglia, Francesca, è una cantante. A testimonianza della sua grande conoscenza della musica e della tecnica, l'insegnamento al Conservatorio statale di musica "Nicola Sala" di Benevento.

Di recente Rino Zurzolo era comparso nel docufilm "Il tempo resterà" dedicato proprio alla storia di Pino Daniele, con il quale condivise gli inizi e il consolidamento della carriera artistica e di recente, l'album Medina e la reunion con gli altri protagonisti di quella indimenticabile stagione del ‘Neapolitan power': Enzo AvitabileJames Senese, Tony Esposito, Tullio De Piscopo, Joe Amoruso.