Macabra scoperta quella effettuata nella mattinata di ieri, mercoledì 9 agosto, sulla via Domiziana, lunga e antica arteria stradale che collega Mondragone, in provincia di Caserta, alla fascia costiera a nord di Napoli. In un fossato che costeggia la strada, come riferisce Il Mattino, è stato ritrovato il cadavere di un uomo: stando a quanto si apprende da una prima ricostruzione, effettuata dai carabinieri della compagnia di Mondragone, intervenuti sul posto e titolari delle indagini, si tratterebbe del corpo di S.D., venditore ambulante di 49 anni originario del Napoletano.

A scoprire il cadavere è stato un impiegato di un allevamento di cani della zona, che si stava recando al lavoro in bicicletta e che ha avvistato il corpo giacere nel fossato. Il cadavere del 49enne è stato trasportato all'istituto di medicina legale di Caserta dove nelle prossime ore sarà effettuata l'autopsia, che stabilirà con certezza le cause del decesso. Stando alle prime informazioni, l'uomo potrebbe essere stato sorpreso da un malore mentre percorreva a piedi la Domiziana, anche se gli inquirenti, fino a nuove e più dettagliate informazioni, non escludono nessuna pista.