Tanta paura, nella notte, a Nola, in provincia di Napoli. Un uomo di 29 anni originario di Scisciano – A.M. le sue iniziali – è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Nola mentre aggrediva alcuni passanti in piazza Giordano Bruno. Il 29enne, in evidente stato di alterazione psicofisica, ha raggiunto un gruppo di passanti e ha cominciato a scagliarsi contro di loro a suon di pugni e calci, senza un'apparente motivazione. La folla, spaventata, ha cominciato a dileguarsi, dal momento che il 29enne – che ha origini lituane – ha cominciato a colpire chiunque gli capitasse a tiro.

Giunti sul posto, gli agenti di polizia hanno trovato il 29enne in stato delirante, che continuava a colpire i passanti. Alla vista dei poliziotti, l'uomo ha afferrato una sedia di metallo posta all'esterno di un bar e, alle rimostranze del proprietario, ha risposto colpendolo con la stessa, prima di scagliarsi anche contro gli agenti. Questi, con molta fatica, vista anche la mole statuaria del 29enne, sono riusciti ad avere le meglio su di lui e a trasportarlo, con altrettanta fatica, all'ospedale di Nola, dal momento che l'uomo continuava a muovere violenza contro di loro e a lanciargli insulti. In ospedale si sono fatti medicare anche gli stessi agenti e il barista, tutti colpiti con la sedia, con una prognosi dai 2 ai 4 giorni. Il 29enne è stato arrestato e rimane ricoverato nel nosocomio nolano, dove è piantonato a vista dagli agenti e dove resta a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.