La motovedetta 858 della Guardia Costiera di Capri ha recuperato due dei tre uomini dispersi nel Golfo di Napoli da oltre 24 ore: sono stremati e presentano i primi segni di una leggera ipotermia, ma le loro condizioni di salute sono tendenzialmente buone. Le due persone recuperate sono un ragazzo di 28 anni e un uomo di 72 anni, mentre ancora non si hanno notizie dell'altro uomo che era con loro, il proprietario della barca con la quale sino usciti in mare, le cui ricerche procedono senza sosta sia con i natanti che con i mezzi aerei. Secondo le prime indiscrezioni, i due sarebbero stati recuperati al largo proprio di Capri.

I due dispersi che sono stati recuperati sono stati notati proprio da un elicottero della Polizia di Stato, che li ha individuati in mare aggrappati, stando a quanto si apprende, ad un salvagente. I tre erano partiti per andare a pesca alle prime luci di ieri mattina dall'isolotto di Nisida, a metà strada tra i quartieri napoletani di Bagnoli e Posillipo. Di loro si erano perse le tracce, ore più tardi, in un tratto di mare compreso tra le isole di Ischia e Capri, nel mezzo del Golfo di Napoli. In serata, preoccupati dalla loro prolungata assenza, i parenti avevano lanciato l'allarme, allertando le forze dell'ordine. Le ricerche dei tre dispersi erano partite già in serata, ma è stato soltanto questa mattina, con l'avvento del giorno, che si sono intensificate: sono infatti state allertati tutti i mezzi delle Capitanerie di Porto di Napoli e Salerno, i vigili del fuoco e i mezzi aerei dell'Aeronautica Militare e della Polizia di Stato.