I residenti della zona se ne erano accorti da giorni e oggi è arrivata anche la denuncia del consigliere regionale dei verdi Francesco Emilio Borrelli. A Ponticelli, in viale Carlo Miranda, alcuni camion avrebbero sversato dei rifiuti speciali in un cantiere abbandonato, a pochi passi dalla villa comunale di quartiere. A sostegno di questa ipotesi, oltre a numerosi video pubblicati sui social network, anche la presenza di ruspe e autocarri che hanno portato alla luce cumuli di spazzatura e altre balle con scarti non identificati, che risultavano coperti dal terreno. Tuttavia, la vicenda è al vaglio della polizia municipale di Napoli per chiarire la vicenda i cui contorni sono per il momento ancora incerti. Intanto si dovrà capire come questi rifiuti siano arrivati sul posto e se sono in atto operazioni per occultare i cumuli così come già capitato in altre zone.

"A Viale Carlo Miranda, a Ponticelli – si legge sul profilo Facebook di Borrelli – dei camion starebbero sversando rifiuti speciali in un cantiere abbandonato dove nel 2005 morì il giovane Francesco Paolillo. Sto segnalando tutto alle autorità preposte". Proprio in questa zona, infatti, perse la vita dodici anni fa Francesco Paolillo, all'epoca 14enne. Il ragazzo precipitò da un palazzo in costruzione che i ragazzini del posto utilizzavano per giocare e passare il tempo. Nonostante i tentativi dell'amministrazione comunale, la situazione è rimasta invariata da allora e permane nel degrado assoluto, con i bambini costretti a giocare in aree utilizzate come deposito illegale dei rifiuti e a rischio criminalità.