Una nuova ondata di calore è attesa a Napoli e in tutta la Campania, dove il termometro raggiungerà quota quaranta gradi nelle giornate di martedì 1 e mercoledì 2 agosto. Tutta colpa di Lucifero, il potente anticiclone, proveniente dal Sahara algerino, che si sta pian piano impadronendo di tutta Italia, portando le temperature a livelli quasi mai toccati in precedenza, con almeno 6/8 gradi in più rispetto alla media stagionale, soprattutto nelle zone interne della regione. La situazione sarà resa ancora più difficile dall'umidità, che, nelle ore serali e notturne, supererà anche l’80/90%, soprattutto sulle zone costiere, e in condizioni di scarsa ventilazione. Pertanto, la Protezione Civile si è raccomandata con le autorità competenti di "prestare attenzione alle fasce fragili della popolazione per il possibile disagio psico-fisico", quindi soprattutto ad anziani e bambini.

L'ondata di calore interesserà la Campania almeno fino al prossimo venerdì, 4 agosto, quando continuerà ad esserci bel tempo e afa, ma si registrerà un miglioramento generale delle condizioni, con una temperatura massima che si fermerà sui 34 gradi. Si ricorda che Napoli è una delle 16 città città contrassegnate dal "Bollino rosso" del Ministero della Salute per il caldo eccessivo, per cui si consiglia di muoversi con prudenza, evitando gli orari più caldi della giornata e idratarsi adeguatamente.