L'Arcigay di Napoli, l'associazione che difende i diritti della comunità Lgbt, denuncia l'ennesimo caso di omofobia, questa volta avvenuto a Quarto, comune dei Campi Flegrei, in provincia di Napoli. Un ragazzo omosessuale è stato vittima di un'aggressione verbale su un convoglio della Linea Circumflegrea dell'Eav: alcuni coetanei hanno cominciato a prenderlo in giro e a deriderlo a causa del suo abbigliamento, nonostante le richiesta di aiuto agli altri passeggeri, ignorate con indifferenza.

L'aggressione si è ripetuta poi anche per le strade della cittadina flegrea, dove un altro gruppetto di ragazzi ha cominciato a prenderlo in giro sempre per gli indumenti indossati. Anche qui, il ragazzo ha chiesto aiuto ad alcuni commercianti della zona, che hanno risposto con la stessa indifferenza. Il ragazzo ha poi sporto denuncia contro ignoti, su insistenza del padre, presso i carabinieri della locale stazione.

"Si tratta dell'ennesimo caso di questo tipo che ormai si verificano con sempre maggiore frequenza. Auspichiamo una ferma condanna da parte dell'Eav Campania che ha sempre sostenuto sui treni della Circumflegrea e della Cumana le nostre campagne contro l'omofobia in occasione degli ultimi Pride. Così come speriamo che il Comune di Quarto possa cogliere l'occasione per dare vita a campagne di contrasto culturale contro il bullismo e l'omofobia a partire soprattutto dalle scuole ma anche in quei luoghi di aggregazione come, appunto, i mezzi di trasporto pubblico" ha dichiarato Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli.