Un'altra tragedia a causa del mare agitato dal forte vento che si è abbattuto sulla Campania da questa mattina. A Santa Maria di Castellabate, in provincia di Salerno, un turista di 51 anni originario di Nocera Inferiore, Angelo Ferraioli, di professione odontoiatra, è annegato trascinato dalla corrente. Secondo quanto si apprende, l'uomo si sarebbe tuffato in acqua per aiutare la figlia di 16 anni, fortemente in difficoltà a causa del considerevole moto ondoso. Una volta in mare, l'uomo sarebbe stato trascinato al largo dalla corrente, trovando così la morte, mentre la figlia è stata tratta in salvo da imbarcazioni private presenti sul posto.

Sul luogo della tragedia è prontamente intervenuto un gommone della Guardia Costiera di Agropoli, per cercare di prestare il soccorso necessario. Anche in questo caso, però, si è sfiorata la tragedia, dal momento che l'imbarcazione si è rovesciata e tre uomini presenti a bordo sono finiti in mare, riportando per fortuna soltanto lievi ferite. Nonostante l'incidente di percorso, uno dei tre uomini della Guarida Costiera è riuscito a recuperare il corpo senza vita del 51enne e a riportarlo a riva.

Si tuffa insieme alla fidanzata: 31enne morto a Sorrento.

Altra tragedia, questa mattina, nelle acque di Sorrento, in provincia di Napoli. Agostino Navarro, 31 anni, si è tuffato insieme alla compagna da una scogliera ed è stato sopraffatto dalle onde. I due ragazzi sono stati recuperati dalla Guardia Costiera: trasportati a riva, la ragazza è stata rianimata, mentre per Navarro, originario di Volla, dove era consigliere comunale, non c'è stato nulla da fare.