in foto: Uno scorcio del Borgo Vergini, al Rione Sanità

Ancora una ‘stesa' alla Sanità, il rione napoletano che ha fatto da sfondo all'omicidio di Genny Cesarano, il ragazzo vittima innocente di un raid di camorra. E proprio nella stessa piazza dove fu ucciso, questa notte qualcuno ha sparato almeno dieci colpi di pistola, fortunatamente senza ferire nessuno. La denuncia arriva dal presidente della Municipalità, Ivo Poggiani, che su Facebook scrive

"Notte di follia al Rione Sanità, stesa di camorra in piazza Sanità. Nottata di follia nella piazza dove fu ucciso Genny, una decina di colpi sparati all'impazzata durante una stesa, fortunatamente nessun ferito. Come cala la notte e il controllo delle forze dell'ordine diminuisce, sono ormai giorni che, come i topi dalla fogne, paranze in moto escono di casa per riaffermare l'egemonia nel quartiere. A qualcuno da fastidio che il quartiere si stia riprendendo, danno fastidio gli eventi, i turisti. Da fastidio che, seppur in minima parte, sta ripartendo un'economia di quartiere, che tanti cittadini stanchi dei soprusi provano a respingere i meccanismi dei clan. Mutuo un vecchio slogan. Siamo il 99%. Voi l'uno per cento. Verrete seppelliti dalla storia. Non un passo indietro!".