Il Comune di Napoli l'aveva già annunciato alla fine del 2016: addio ai vecchi taccuini per le contravvenzioni, i vigili urbani partenopei avrebbero avuto in dotazione tablet per emettere le multe. In realtà, il servizio sarebbe dovuto partire con l'inizio del nuovo anno, ma meglio tardi che mai. Da oggi, infatti, sono entrati in servizio i primi 160 tablet – in tutto 483 – in dotazione dalla Polizia Municipale di Napoli. Ovviamente, per consegnare la contravvenzione a chi ha violato la legge, i vigili urbani sono stati dotati anche di stampanti portatili. I primi dispositivi sono stati dati in dotazione agli agenti in servizio nei quartieri di Chiaia e Avvocata.

Il passaggio dalla carta al digitale è stato reso possibile grazie ad un appalto vinto da Rti Finmeccanica e Leonardo. L'ammodernamento del sistema dovrebbe consentire tempi di notifica più celeri, ridurre le contestazioni ed evitare al personale inutile lavoro da "amanuensi" sulle vecchie contravvenzioni cartacee. Il sistema, testato qualche giorno fa da un piccolo gruppetto di agenti, nelle prossime settimane entrerà in vigore anche negli altri quartieri della città.