La comunità di Torre Annunziata non riesce ancora a credere alla morte di 8 persone, decedute sotto le macerie della palazzina nella quale vivevano in Rampa Nunziante, crollata improvvisamente alle prime luci della mattina di venerdì 7 luglio. Per questo, tantissimi cittadini, anziani, famiglie, bimbi piccoli, sono in processione da questa mattina per omaggiare le vittime del crollo – la famiglia Cuccurullo e la famiglia Guida – tra le quali ci sono anche due bambini di 9 e 14 anni. E allora ecco spuntare striscioni, biglietti, fiori sul luogo della tragedia.

Intanto, il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzio Ascione, fa sapere che l'amministrazione comunale pagherà tutte le spese riguardanti i funerali delle otto vittime, che dovrebbero svolgersi alla stadio Giraud, l'unico posto sufficientemente grande nella città oplontina adatto ad ospitare la moltitudine di persone che daranno il loro addio alle due famiglia, tragicamente spazzate via nella prima mattinata di venerdì scorso.