Un 20enne e tre minori sono stati arrestati questa mattina con l'accusa di tentato omicidio, tentata rapina, porto abusivo di armi comuni e da guerra. Riconosciuta anche l'aggravante di finalità mafiose. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, i giovani sarebbero partiti lo scorso 27 dicembre da Torre Annunziata, per rapinare uno scooter. Arrivati a Torre del Greco avrebbero individuato la loro vittima e, pur di impossessarsi del mezzo, non avrebbero esitato a esplodere diversi colpi di pistola. Il ragazzo proprietario del mezzo, è rimasto ferito in maniera grave, ma fortunatamente non mortale.

Due degli arrestati, di 16 anni, sono ritenuti vicini al clan del Vesuviano Gallo-Limelli-Vangone. Le indagini hanno accertato che avevano nella loro disponibilità un ampio arsenale di mari, tra cui un kalashnikov sequestrato a Boscotrecase, nella roccaforte del clan.