La nuova Commissione Toponomastica del Comune di Napoli, presieduta dal sindaco Luigi de Magistris, si è insediata e ha in mente numerosi cambiamenti. Uno fra tutti, vista la recente celebrazione dei 50 anni dalla morte di Totò, riguarda proprio il Principe della Risata. La III Municipalità del Comune ha infatti proposto che lo slargo tra via Sanità e discesa Sanità, nell'omonimo Rione che diede i natali dal grande artista, diventi piazza Antonio de Curtis. Forse non tutti sanno, però, che una strada intitolata a Totò esiste già. Probabilmente non tutti la conoscono perché si tratta di una via – Antonio de Curtis, per l'appunto – nascosta nel dedalo di strade e stradine che si dipana alle spalle di via Foria.

Anche altri importanti toponimi cittadini sono destinati a cambiare. Il Parco di Scampia, ad esempio, sarà intitolato a Ciro Esposito, il ragazzo tifoso del Napoli morto in seguito alle ferite riportate negli sconti con ultras della Roma in occasione della finale di Coppa Italia in scena allo Stadio Olimpico il 3 maggio del 2014 (il Napoli doveva fronteggiare la Fiorentina). Su proposta dei Verdi, invece, sarà intitolata una strada a Mario Merola.