Un ventinovenne del Ghana è stato arrestato dai Carabieieri della stazione di Varcaturo per atti persecutori e lesioni personali verso la propria ex moglie. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine e domiciliato a Castelvolturno, nel casertano, si trova ora nel carcere di Poggioreale. Il tutto è avvenuto in Via Licola Mare, a Varcaturo, nella giornata di ieri: l'uomo è stato sorpreso dagli agenti nei pressi dell'abitazione della ex moglie nigeriana di ventiquattro anni.

Poco prima, il ventinovenne ghanese aveva aggredito la donna prima verbalmente e poi fisicamente, procurandole traumi superficiali al gomito destro ed all'avambraccio sinistro: ferite guaribili in quattro giorni. Dopo gli accertamenti del caso, i Carabinieri hanno scoperto che da circa tre mesi l'uomo stava avendo comportamenti sempre più pericolosi nei confronti della donna, soprattutto persecutori: pedinamenti, appostamenti, controlli, comunicazioni e molestie telefoniche, si legge nell'informativa dei Carabinieri, ed inoltre aveva usato violenza fisica e psicologica nei confronti della donna, tanto da arrivare ad aggredirla fisicamente. Con l'arresto dell'uomo, l'incubo della ventiquattrenne nigeriana sembra volto al termine.