Protesta in corso nel centro storico di Napoli. I commercianti di piazza Nicola Amore e del primo tratto di via Duomo hanno abbassato le saracinesche e vi hanno affisso sopra manifesti funebri nei quali si annuncia la morte dei negozi che vi sorgono. I proprietari degli esercizi commerciali della zona protestano contro il cantiere della stazione "Duomo" della Linea 1 della metropolitana, la cui apertura sarebbe prevista per il 2019. I commercianti attaccano l'amministrazione comunale e chiedono una diversa sistemazione del cantiere, per consentire ai pedoni di poter raggiungere i negozi e per aumentare la sicurezza dell'area.

"Dopo un mese non è cambiato nulla. Siamo stati al Comune, agli Assessorati, in Prefettura, ci siamo rivolti alla Municipalità, ma non è cambiato niente" ha dichiarato Bruno Sommella, presidente dell'associazione dei commercianti delle due zone interessate dal cantiere della metro. "Grazie al sindaco de Magistris e alla sua amministrazione si è spenta dopo una lunga agonia la cara esistenza di via Duomo e piazza Nicola Amore (e dei suoi commercianti)" si legge sui manifesti affissi alle saracinesche.