Il figlio incendia i cassonetti, ma la madre è preoccupata di altro: "Mettiti la maglietta"
Una vicenda al limite dell'assurdo: durante la 'guerriglia' dei cippi di Sant'Antonio Abate a Napoli, mentre un ragazzino incendia un cassonetto si sente la voce della madre che è evidentemente preoccupata sì, ma non del reato. È preoccupata che non prenda freddo e gli impone di indossare la maglietta.
Terra dei fuochi, 30 anni sono troppi per avere giustizia ma almeno conosciamo la verità
Esattamente dopo trent’anni, dopo indagini abortite sul nascere e processi boicottati, dopo depistaggi e sottovalutazioni assai sospette, arriva la sentenza che in appello conferma: Cipriano Chianese è stato davvero il manager del disastro ambientale in Campania. Senza mai pentirsene, senza mai ammettere alcunché, conservando anzi la stessa protervia da salvatore della Patria ostentata durante le indagini preliminari, il processo di primo e di secondo grado, l’imminente lettura della sentenza.