I partenopei sono persone solari e simpatiche che non hanno difficoltà a fare amicizia e a attaccare bottone con tutti, come si suol dire. Per loro che sono conosciuti come persone dal cuore d'oro, sempre disponibili e altruisti, l'amicizia occupa una posizione importante nella loro vita e dunque anche il dialetto napoletano e le espressioni gergali sono ricche di riferimenti a questo sentimento bellissimo che riempie la vita.

L'amice nun sò maie superchie

che letteralmente vuol dire: Gli amici non sono mai troppi. Proprio a causa del temperamento dei napoletani e della loro voglia di divertirsi e di star bene, gli amici, fonte di divertimento e buon umore risultano non essere mai abbastanza.

Quanta chiù simme chiù belle parimme


Come nel caso precedente, anche questa espressione indica che più persone ci sono, più amici si hanno più la situazione è giusta per essere felici e divertirsi. Parola per parola, l'espressione si rende con Più siamo più belli sembriamo.

‘O pparlà chiaro è fatto pè l'amice

 Ci sono però delle regole imprescindibili di comportamento che rendono un'amicizia diversa dagli altri rapporti e cioè la fiducia che un amico ripone nell'altro amico basato essenzialmente sulla sincerità e la chiarezza. A tal proposito i napoletani dicono "Parlare chiaro è fatto per gli amici".

Facimme ammuina!

È tipico delle comitive di amici divertirsi insieme e in tal caso i partenopei useranno quest'espressione molto pittoresca che in realtà significa "Facciamo baldoria, divertiamoci". Ma arriva anche il momento in cui la serata finisce e qualcuno degli amici deve avere il coraggio di interrompere la situazione goliardica e pronunciare la frase Levamme ‘a frasca, ovvero sciogliamo la seduta.