Vasta operazione congiunta del Gico della Guardia di Finanza e degli uomini della Squadra Mobile di Napoli che ha inflitto un duro colpo alla criminalità organizzata, sequestrando beni del valore di circa 40 milioni di euro al clan camorristico dei Mallardo, egemone nell'area Nord di Napoli. Il decreto di sequestro preventivo è stato emesso dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Dda partenopea, dopo un lungo lavoro investigativo condotto sul clan, con particolare riferimento alle indagini sul riciclaggio di denaro da parte di terzi per conto dei Mallardo, cominciate nel 2016 e durante le quali, ad esempio, la gioielleria Esposito al corso Meridionale fu chiusa. Molte delle società sequestrata oggi sono infatti legate alla famiglia Esposito.

Il sequestro preventivo operato dalle forze dell'ordine riguarda numerosi alberghi e società, come lo Stelle Hotel situato all'interno della Stazione Centrale di Napoli e la società Crusado Srl, ubicata al Centro Tarì di Marcianise. Tra i beni sequestrati anche numerose ville e abitazioni sull'isola di Ischia e nelle province di Napoli e Caserta.