Si svolgeranno questo venerdì, con molta probabilità, i funerali delle 8 vittime del crollo di una palazzina in Rampa Nunziante, a Torre Annunziata, provincia di Napoli. Inizialmente, dato il numero delle vittime e la grande mole di persone che vi avrebbero potuto partecipare, si era pensato di celebrare le esequie allo stadio Giraud, ma l'ipotesi è stata scartata. I funerali verranno così officiati all'interno della Basilica di Torre Annunziata, la chiesa della Madonna della Neve, sul suo sagrato e sulla piazza antistante. Come si apprende, nel centro storico della città, ove si svolgeranno le esequie, dovrebbe essere allestito un maxischermo per consentire a tutta la comunità di assistere e stringersi al dolore delle famiglie delle vittime. Un altro maxischermo, invece, sarà allestito nella zona del porto.

Ai funerali dovrebbe essere sicura anche la presenza dell'Arcivescovo di Napoli, il Cardinale Crescenzio Sepe, che dovrebbe benedire le bare insieme ai parroci della città e poi officiare il rito funebre. Già da domani, invece, nel Municipio di Torre Annunziata, dovrebbe essere allestita la camera ardente: tutto, però, dipende da quando le salme, sotto sequestro per gli esami autoptici, verranno restituite alle rispettive famiglie.

Intanto ieri sono state iscritte nel registro degli indagati, dalla Procura di Torre Annunziata che si occupa dell'inchiesta, 10 persone. Gli avvisi di garanzia sono stati emessi nei confronti dei proprietari e, secondo quanto si apprende, nei confronti dell'architetto che ha eseguito gli ultimi lavori sul palazzo. Le ipotesi di reato sono quelle di crollo colposo e omicidio plurimo colposo.